BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ 1. L’allarme di Van Rompuy rovina i piani di Irlanda e Germania

Pubblicazione:

Herman Van Rompuy (Foto Ansa)  Herman Van Rompuy (Foto Ansa)

Credo sia ingannevole pensare che la Germania possa essere la locomotiva dell’economia europea od occidentale e forse i tedeschi stessi si stanno illudendo di essere più forti di quel che sono. La forza della Germania deriva dal suo essere in Europa. A Berlino dovrebbero essere un po’ più umili e capire che le differenze con Francia e Italia non sono così abissali come si pensa. Soltanto ripartendo da una posizione coesa tra i tre più grandi paesi che l’hanno fondata (Germania, Francia e Italia appunto) e con una politica in cui si cerca di evitare che i paesi periferici falliscano e in cui si difende l’euro, che è un patrimonio comune, l’Europa può sperare di rimanere una potenza mondiale. Altrimenti, a comandare saranno la Cina e i paesi emergenti; nemmeno più gli Usa che stanno andando alla deriva.

 

Che ruolo può avere, invece, la Bce?

 

Già negli ultimi mesi, seppur in maniera non ufficiale, la Bce ha messo in atto interventi di acquisto di titoli di stato dei paesi periferici. Penso continuerà a farlo per tamponare le falle. La Bce può quindi certamente giocare un ruolo, ma è più importante che ci sia un chiaro messaggio politico dei grandi protagonisti europei. Solo cooperazioni rafforzate tra i paesi chiave possono dare la risposta che occorre.

 

(Lorenzo Torrisi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
17/11/2010 - Fosso o vallata (Diego Perna)

Tremonti ha detto che con la Grecia tutto il sistema euro aveva passato un brutto quarto d’ora, cose da non dormirci la notte. Dirà lo stesso domani? Vorrei essere smentito, ma nessuno lo fa. Sta nel gioco, o meglio nella vita, che tutto possa accadere. Un’occhiata rapida alla storia che ci ha preceduto e vedo che tutto non è andato sempre liscio, anzi. Oggi la comunicazione rapida degli eventi, ma non sempre vera, ci informa su tutto (o quasi). Penso, in quanti modi diversi, si racconta la crisi globale o quella politica italiana. Se avessimo salvato Lemhan, oggi sarebbe diverso? Tanti punti di vista, diversi e opposti. Le notizie vanno date, ma senza un pregiudizio o l’ideologia che si persegue, non sembrano interessanti. Credo che abbiamo un bel fosso davanti, non voglio usare la parola burrone o precipizio di prima mattina, è ovvio che scendendo un po’ alla volta ci faremo meno male, forse aiutandoci l’un l’altro, crediamo che qualcuno resterà sopra e fornirà corde ed altre attrezzi, così da non farci sfracellare cadendo improvvisamente, sarebbe una cosa buona, ma una volta scesi nel fosso, ce la faremo tutti a risalire? Questo sembra che non interroghi i sapienti, solo il Papa, s’interessa a ognuno, così come ho sentito Domenica all’Angelus, per il resto stiamo ancora a discutere su come salvare le Banche, l’Euro o la legislatura, come se questo bastasse. P.S. Non si può mai sapere, magari il fosso è una vallata rigogliosa. Buona Giornata