BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

FINANZA/ 1. Pelanda: l’Italia abbandonata dall’Ue. Ecco come si può salvare

Giulio Tremonti (Foto Imagoeconomica)Giulio Tremonti (Foto Imagoeconomica)

La terza opzione di alzare le tasse comprometterebbe fatalmente la crescita, quindi il gettito: il rigore senza crescita annulla gli effetti del primo. Altre opzioni? Tremonti, comprensibilmente, insisterà per ottenere garanzie europee che attutiscano l’intensità del rigore in Italia. Forse otterrà qualcosa, ma probabilmente poco visto il clima di ri-nazionalizzazione e germanizzazione della Ue.

 

Resta l’opzione di abbattere del 10% (180 miliardi) il volume assoluto del debito sia vendendo patrimonio pubblico (circa 80 miliardi sono alienabili a breve), sia attraverso una tassa una tantum. Il risparmio annuo sulla spesa per interessi (ora sui 70 miliardi) sarebbe di circa 8 miliardi. Il mercato, impressionato in positivo da una nazione capace di una tale operazione, chiederebbe un minor premio di rischio per il rifinanziamento del debito e ciò farebbe risparmiare, probabilmente, altri 4 miliardi annui.

 

Pago 180 in un colpo, guadagno 12 per ogni anno, rafforzo la credibilità nazionale e compro tempo per evitare tagli insostenibili. Suggerisco al governo di predisporre questa “soluzione nazionale” che anche aumenterebbe la nostra influenza nell’Ue.

 

www.carlopelanda.com

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
21/12/2010 - altro risparmio (Antonio Casagrande)

quanto si potrebbe risparmiare riducendo i politici e le strutture che si sono inventate e con costi che non hanno dovuto contrattare? Vedi numero dei parlamentari, le provincie, gli enti inutili(ma quando?), finanziamento ai partiti (ne inventano apposta), ecc.. L'elenco protrebbe arrivare all'infinito vista l'enorme fantasia dimostrata per vivere alle spalle del contribuente senza nessun servizio allo stesso. Almeno la loro capacità di crearsi posti ben remunerati l'usassero per risolvere i problemi della collettività. E non sono un anarchico.