BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ENI/ Nella partita a scacchi con Bruxelles la spunterà E.On?

Pubblicazione:venerdì 12 febbraio 2010

eni_impianto1R375.jpg (Foto)

 

E’ presto per dire se il risultato di questa partita avrà delle conseguenze su altri match che impegnano Eni, a cominciare da quello con l’Autorità per l’energia italiana sulla separazione di Snam, proprietaria della rete di trasporto italiana, a quella sempre meno trascurabile con il fondo “attivista” Knight Vinke, che vorrebbe una separazione delle attività upstream del Cane a sei zampe da quelle downstream.

 

A questo proposito, Eric Knight, l’ideatore del fondo, dice di aver dalla sua i primi 700 azionisti, pari al 25% del capitale.

 

Staremo a vedere, di certo se ne parlerà ancora. Al modesto avviso degli autori, tuttavia, pare strano che il problema relativo alla proprietà e alla gestione delle infrastrutture di stoccaggio abbia così poco risalto a livello europeo rispetto al problema de gasdotti.

 

A ben vedere, infatti, lo stoccaggio è molto più efficace del tubo sia a garantire la flessibilità del sistema (italiano o europeo), sia ad essere utilizzato in modo strategico, attuando pratiche anticoncorrenziali. Ma queste sono solo considerazioni da economisti.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.