BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DIBATTITO/ Perchè la “guerra” tra Ichino e Brunetta non convince i giovani?

Ichino_BrunettaR375.jpg (Foto)

Dal canto suo, Renato Brunetta non ha chiarito i criteri e i requisiti richiesti per ottenere l’assegno da lui proposto. L’Italia non è un Paese normale; non ha un adeguato livello di senso civico che possa consentire di combattere quegli abusi che sempre emergono - con esempi di ricca fantasia - ogni qual volta vengano predisposte e messe in atto misure di carattere assistenziale.

 

È per questi motivi che in Italia non sono mai state adottate misure a sostegno dell’inoccupazione ma solo della disoccupazione, a fronte, peraltro, di precisi requisiti assicurativi e contributivi. In ogni caso ambedue le proposte pongono problemi da approfondire, inerpicandosi sui sentieri scoscesi di un nuovo welfare più giusto ed equilibrato.

© Riproduzione Riservata.