BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ Il LUV affonda le Borse e riapre la crisi mondiale

Pubblicazione:

Trader_pensierosoR375_30sett08.jpg

 

La crisi, forse, stavolta sta per esplodere dalle parti di Bruxelles. Certo, Jean-Claude Trichet ha sottolineato che Eurolandia, comunità a 16 nazioni, vanta un rapporto deficit/Pil largamente migliore di quello Usa o giapponese. Ma ci vuole la fantasia di un banchiere d’eccellenza per fingere una visione d’assieme che comprenda Francoforte e Atene, Lisbona e Parigi. Tutti così diversi, ma tutti così eguali nelle reazioni quando si tratta di difendere il proprio particolare.

 

In tempi come questi non resta che ridere, amaramente, sulle traversie dei Pigs: Portogallo, Irlanda, Grecia e Spagna per l’appunto con un’importante novità. La solita, derelitta Italia è stata sostituita dalla patria di San Patrizio. Ma non facciamoci illusioni: il titolo più trattato nel mercato privato dei cds, gli swaps che misurano il rischio fallimento di un Paese, resta quello italiano.

 

Insomma, i possibili focolai dell’incendio che può rimettere a soqquadro la stabilità dei mercati, dopo un anno di ripresa dell’economia di carta, sono tanti. E a render più incerta la situazione è la diversità delle situazioni di partenza che caratterizza la congiuntura attuale, a tutto “Luv” come l’ha definita Kenneth Rogoff.

 

Che significa? Nel mondo si confrontano una situazione europea fatta ad L (discesa rapida seguita da una fase stagnante), il possibile rimbalzo ad U degli Stati Uniti (caduta, fase di stagnazione, ripresa in tempi rapidi), la V cinese (ripartenza già in atto dopo la caduta). L’ideale sarebbe far convergere le diverse voci in un ideale esperanto. Il rischio è di farsi travolgere da una Babele di genti che non si capiscono. Meglio trovare al più presto un buon traduttore per evitare brutte sorprese.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
08/02/2010 - pensioni,tasse..... (muzio berardo)

Sono seriamente preoccupato, tutto quello che leggo sui giornali non corrisponde alla realtà!Ho il grosso timore che in questi anni dove aumentavano stipendi e pensioni oltre il costo della vita e calavono le tasse, mentre questo governo "non metteva le mani nelle tasche degli italiani" Si stesse invece accumulando soldi per fare un CRAXI2,una TANGENTOPOLI2.IMMUNITA',PROCESSO BREVE,LEGITTIMO IMPEDIMENTO.Siamo ricattati da un trafficone che antepone il SUO benessere come un dittatore della peggiore specie,a quello dei cittadini,sempre che le dittature possano essre migliori o peggiori. Mentre alla mia famiglia accadeva l'incontrario di quello che si legge sui giornali.La mia pensione,documentabile,era netta nel 2008 a 1153€ netti al mese.Nel 2009,dopo l' aumento ,(3,3%)è andata a 1148€.Nel 2010 senza che l'inps si scomodasse a mandare la solita lettera di adeguamento,è finita a 1138€netti.Vorrei sapere dove posso rivolgermi per informarmi se sono vittima di una truffa legalizzata oppure di un errore(all'inps ci sono già stato)ma si può stendere un "PIETO VELOSO"in riguardo alla comicità delle risposte,al punto che ho chiesto dove potevo inoltrare domanda di NON aumento pensionistico. PERO'VI PREGO DATEMI QUALCHE INFORMAZIONE ,QUALCHE DRITTA, INDIRIZZO,PERCHE' MI SENTO IMPOTENTE,SENZA ALCUNA SPERANZA cordiali saluti Muzio Berardo