BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

FIAT/ 3. Tutti gli aiuti di Stato a Fiat esaminati dall’Ue negli ultimi 10 anni

Con l’aiuto del Professor Ugo Arrigo, abbiamo raccolto le delibere della Commissione Europea in tema di aiuto di Stato al gruppo Fiat dal 1999 al 2009

Fiat_Lancia_AlfaR375.jpg(Foto)

Dopo aver sentito le parole di Luca Cordero di Montezemolo pronunciate venerdì scorso («Da quando sono alla Fiat non abbiamo ricevuto un euro dallo Stato»), con l’aiuto del Professor Ugo Arrigo, abbiamo raccolto le delibere della Commissione Europea in tema di aiuto di Stato al gruppo Fiat dal 1999 (prima che arrivasse Montezemolo nel 2004) al 2009. Fonte: Commissione Unione Europea. Nota: I testi riportati sono tratti integralmente dal Bollettino U.E. e dai Comunicati stampa ufficiali.

 

Adozione da parte della Commissione in data 3 febbraio 1999.  La Commissione ha deciso di avviare sei procedure d'indagine nei confronti di aiuti per una somma totale di circa 120 milioni di euro che il governo italiano progetta di assegnare a Fiat Auto ai sensi della legge regionale 488/92. La Commissione non dispone ancora di sufficienti elementi per stabilire la conformità di tali aiuti con le norme del quadro automobilistico, soprattutto per quanto riguarda l'analisi costi/benefici e la mobilità dei progetti. Essa ha perciò ingiunto alle autorità italiane di fornirle tutti i dati necessari all'esame di questi casi.

Bruxelles, 3 febbraio 1999

La Commissione avvia sei indagini su aiuti per circa 120 milioni di Euro prospettati dall'Italia in favore di Fiat Auto

 

La Commissione europea ha deciso di avviare sei procedure d'indagine approfondita nei confronti degli aiuti previsti a favore di Fiat Auto in base alla legge 488/92 ed ha ingiunto inoltre all'Italia di fornirle, entro un mese, tutte le informazioni necessarie per l'esame dei fascicoli. Finora la Commissione non ha potuto appurare se gli aiuti previsti siano conformi alla disciplina comunitaria per gli aiuti di Stato all'industria automobilistica.

Alla fine del 1997 l'Italia ha notificato sei fascicoli di aiuti di Stato in favore di Fiat Auto riguardanti gli stabilimenti Mirafiori Carrozzeria, Mirafiori Meccanica, Pomigliano, Piedimonte San Germano, Termoli e Rivalta. A distanza di oltre un anno, le informazioni fornite dall'Italia non hanno permesso di dimostrare che gli aiuti previsti sono conformi ai principi della disciplina comunitaria per l'industria automobilistica, in particolare per quanto riguarda l'analisi dei costi/benefici e la mobilità dei progetti, né è stato appurato che gli aiuti all'innovazione corrispondono ai criteri rigorosi imposti dalla Commissione in materia.

La Commissione ha ingiunto all'Italia di trasmetterle entro il termine di un mese tutti i dati richiesti per l'esame dei casi, altrimenti dovrà adottare una decisione unicamente sulla base degli elementi di cui dispone.

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO SUGLI AIUTI DI STATO A FIAT ESAMINATI DALL’UNIONE EUROPEA NEGLI ULTIMI DIECI ANNI CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO