BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCUDO FISCALE/ Quali vantaggi per cittadini e fisco dalla proroga al 30 aprile?

Pubblicazione:martedì 16 marzo 2010

agenzia_entrate2R375.jpg (Foto)

Infine, con il cosiddetto decreto “Milleproroghe” di fine anno (D.L. 30 dicembre 2009, n. 194), sono stati riaperti i termini (scaduti al 15 dicembre, fatta salva la sola possibilità di completare le procedure entro fine 2010 in presenza di complessità oggettive) per procedere allo scudo fiscale.

 

È infatti ora possibile procedere alla emersione delle attività detenute all’estero entro il 30 aprile 2010. L’imposta da pagare, tuttavia, è leggermente più alta rispetto al 5% originario. Più precisamente, l’imposta è stata stabilita nella misura del 6% (per le operazioni concluse entro il 28 febbraio 2010) e nel 7% per quelle completate successivamente (entro il termine ultimo del 30 aprile 2010).

 

Resta, comunque, ferma al 5% l’imposta dovuta da coloro che avevano presentato la dichiarazione riservata entro il 15 dicembre scorso, beneficiando tuttavia della possibilità di completare successivamente tutti gli adempimenti burocratici in presenza delle sopra menzionate “cause oggettive” non dipendenti dalla loro volontà.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.