BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CRAC GRECIA/ 1. Gli speculatori si preparano al nuovo attacco

Pubblicazione:

Foto Imagoeconomica  Foto Imagoeconomica

La commissione metterà a punto le modiche proposte nella comunicazione di ieri in tempi strettissimi, con l’obiettivo di far partire il primo “semestre europeo” dei conti pubblici all’inizio del prossimo anno. Ovvero, quando l’euro potrebbe già essere il nuovo rublo. Gli hedge funds, sentitamente, ringraziano.

 

Si potessero shortare le istituzioni politiche e monetarie, Bce e Ue farebbero la fine di Enron nell’arco di un mese: default. Purtroppo, non si può. E rischiamo di pagare tutti noi il prezzo del ritardo e delle scelte sbagliate.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
13/05/2010 - Una realtà difficile da accettare (Elio Campagna)

La Sua logica è perfetta, e nonostante non mi sia chiara la netta differenza tra Trader e Hedge nei confronti del declino dell'€ mi rendo conto che non sarà facile uscire da questa situazione così facilmente attraverso quanto finora concordato a livello europeo. Nel quotidiano si suppone che un cambio basso aiuti l'economia a esportare e quindi a guadagnare il pane necessario ma mi sembra che questo possa essere utile fino ad un certo livello, oltre il quale si rischia solo inflazione importata e minore capacità di spesa per quasi tutti i prodotti comuni. Sarebbe utile capire fino a che livello di cambio l'Europa ne avrebbe un vantaggio. Gli USA hanno avuto un cambio debole ma non mi ricordo se ne parlasse come di un problema. Ecco forse è questo il punto in cui sarebbe interessante un Suo intervento, magari in un altro articolo...