BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MANOVRA/ Anche la tecnologia può aiutare a ridurre la spesa pubblica

Pubblicazione:

Foto Imagoeconomica  Foto Imagoeconomica

La prova viene dalle esperienze delle regioni più virtuose, come la Lombardia, che negli anni avendo investito in modo significativo sulle tecnologie ICT (cito ad esempio il sistema informativo socio-sanitario CRS-SISS, il sistema di gestione documentale EDMA, l’Infrastruttura di Informazione Territoriale, il Sistema di gestione dei tributi regionali, la Centrale Regionale Acquisti) ha ottenuto risparmi significativi e ha consentito di avere una organizzazione snella e cioè fare di più con meno persone.

 

Solo per citare tre casi di risparmi significativi: il nuovo sistema regionale di gestione della tassa auto attivo dal 2008, in tre anni ha permesso di incamerare oltre 250 milioni di euro di gettito aggiuntivo (con grande scoramento dei cittadini che avevano scordato di pagare il bollo); la Centrale Regionale acquisti, attiva dal 2007, ha lanciato oltre 700 gare telematiche, con un risparmio (in solo due anni 2008-2009) per la Regione di oltre 90 milioni di Euro (il 40% della spesa storica); i risparmi e i benefici del sistema informativo socio-sanitario CRS-SISS, una volta che sia a regime, sono stimati nell’intorno di un miliardo di euro all’anno.

 

La strada tracciata dalla Regione Lombardia e da altre Regioni virtuose può davvero costituire un percorso nuovo ed efficace per ridurre gli sprechi, combattere l’evasione fiscale e aumentare la produttività del settore pubblico.

 

(Alberto Daprà, Presidente Lombardia Informatica)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.