BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

FIAT POMIGLIANO / Per la Fiom Cgil impossibile firmare l’accordo con il Lingotto

Fiat di Pomigliano d'Arco, ore decisive per lo stabilimento. La Fiat ha convocato infatti per domani alle 14 a Roma i sindacati dei metalmeccanici sulla questione dell'impianto nel Napoletano. Ma la Fiom-Cgil ritiene però che non sia possibile che quel testo venga firmato.

marchionne_fiatR375.jpg(Foto)

Fiat di Pomigliano d'Arco, ore decisive per lo stabilimento. La Fiat ha convocato infatti per domani alle 14 a Roma i sindacati dei metalmeccanici sulla questione dell'impianto nel Napoletano. Ma la Fiom-Cgil ritiene però che «non sia possibile che quel testo venga firmato». Lo ha detto il segretario generale, Maurizio Landini, riferendosi all'accordo già siglato da altri sindacati sullo stabilimento Fiat di Pomigliano d'Arco.

La Fiom ritiene infatti impossibile firmarlo perché «contiene profili di illegittimità». Su una convocazione del referendum sulla Fiat di Pomigliano, Landini dice che per la Fiom «è impossibile sottoporre al voto» accordi che violano i contratti e la Costituzione. Se la Fiat dovesse proseguire sulla propria strada confermando l'ipotesi di accordo presentata ai sindacati con le deroghe al contratto nazionale, la Fiom indirà otto ore di sciopero per il settore metalmeccanico il 25 giugno.