BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

CRAC GRECIA/ I "buoni sconto" per uscire dalla crisi del debito

Foto AnsaFoto Ansa

Si tratta di una difficoltà culturale a concepire la moneta come bene sociale. Un grosso muro da abbattere, mentre c’è qualcun altro che quel muro lo innalza e lo fortifica. E si capisce bene. Se si diffondesse una cultura per cui la moneta è concepita come bene sociale, sarebbe ben difficile per grossi banchieri, banche centrali e speculatori di ogni risma farci accettare la loro “moneta privata”, una moneta per cui tutti noi, famiglie, imprese e stati,siamo perennemente indebitati col sistema bancario.

 

Ci sono storie di monete da raccontare, anche per descrivere le proprietà e i limiti dei diversi sistemi monetari. E c’è un pozzo senza fondo da scandagliare: la dimensione religiosa della moneta. Ne riparleremo.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
02/06/2010 - Difficile attuazione (Elio Campagna)

Nonostante le buone premesse non riesco a vedere un futuro possibile per quanto descritto. Se non ad un livello meramente locale e chiuso. Comunque lodevole l'intenzione anche se a modo suo è quasi analogo ad una sorta di circuito sconto pur con la limitatezza dell'esempio scelto. Ma chissà che approfondendo meglio l'argomento non si giunga ad un qualcosa di utile per la società...