BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IL CASO/ La Svizzera vs. la Banca d’Italia: chi ci fa guadagnare di più?

Foto Ansa Foto Ansa

“More than national pride would be hurt by such an ‘euroization’ of the Swiss economy. For one thing, such a development would entail the loss of seigniorage income. With a monetary base of about 40 billion francs (26 billion euros), that is about 5’700 francs (3’700 euros) per person, seigniorage in our case is far from trivial. But even more seriously, the loss of monetary autonomy caused by a displacement of the Swiss franc by the euro would prevent the SNB from creating liquidity in case of need.”

 

Ecco la conseguenza della perdita della sovranità monetaria: non un mero sentimento di orgoglio nazionalistico, ma tremilasettecento euro a persona. Ma, proprio come diceva Roth, ancora più seriamente, la perdita dell’autonomia monetaria comporta la perdita della possibilità di creare liquidità in caso di necessità. Proprio quello che sarebbe servito alla Grecia e che avrebbe evitato l’assalto speculativo.

 

Anche gli speculatori, infatti, non avrebbero avuto un margine tanto ampio, di fronte ad un potere statale capace di intervenire e di svalutare la moneta, rendendo così più appetibile gli investimenti in valuta locale. Visto che invece a pagare il conto è la Bce, che emette fiumi di denaro solo a debito, gli speculatori hanno dato l’assalto alla diligenza. Tanto tutta la moneta stampata è a debito, cioè alla fine pagheremo noi, attraverso lo stato, cioè attraverso maggiori tagli o maggiori tasse.

 

Il recupero della sovranità monetaria è solo il primo tassello. Il secondo è quello di generare moneta non più a debito, in modo da rendere sostenibile la possibilità di pagare i debiti. Una moneta a favore delle necessità fondamentali della popolazione, cioè utilizzata dallo stato quanto meno per i servizi sociali e sanitari di base e per l’istruzione obbligatoria.

 

Questo dovrebbe essere l’argomento di discussione di tutti i giorni: il valore della moneta, la definizione della moneta. E di questo problema ciascuno di noi deve farsi portavoce con tutti quelli che conosciamo. Dobbiamo segnare veramente un punto di svolta per la società del futuro, italiana ed europea.

© Riproduzione Riservata.