BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CRAC GRECIA/ Ecco i dati sulle banche che fanno tremare gli Usa

Foto Fotolia Foto Fotolia

Ripropongo i dati da un altro punto di vista. Stavolta ho messo tutti i dati messi a disposizione dall’ente FDIC, cioè dall’anno 2000 ad oggi, raggruppati per anno.

 

 

Come potete vedere, la situazione è radicalmente diversa dal periodo della crisi iniziata nell’anno 2001. In quegli anni, nonostante la borsa sia calata fino a perdere oltre il 70% del suo valore, il numero di banche fallite fu limitato a 24 in cinque anni, con un picco di undici banche fallite nel 2002. Invece, all’inizio dell’attuale crisi, nel solo anno 2008, ne sono fallite ben 25; nel 2009 ne sono fallite 141; mentre in questi primi cinque mesi del 2010 ne sono fallite altre 78.

 

Il saldo del mese di maggio si è concluso con altre cinque banche fallite nella scorsa settimana, portando il totale per maggio a quattordici. Queste sono: la Sun West Bank di Las Vegas (Nevada), la Granite Community Bank (California) e altre tre banche della Florida. Le banche fallite nel mese di maggio avevano in cassa depositi per oltre 5,2 miliardi di dollari. Denaro che verrà coperto dal governo Usa.

 

La colonna in arancio nel grafico rappresenta il numero di banche che dovrebbero fallire entro l’anno, se il numero di fallimenti manterrà lo stesso ritmo di questo inizio d’anno (una media di circa quindici al mese). A tale ritmo, l’anno 2010 dovrebbe concludersi con 187 fallimenti, contro i 141 del 2009.

 

Nel prossimo grafico presentiamo una elaborazione leggermente diversa. Lo stesso grafico di prima (con diverse proporzioni), ma al quale abbiamo aggiunto una colonna in giallo. Questa colonna rappresenta il numero di banche che potrebbero fallire entro l’anno, se il ritmo dei fallimenti, invece che continuare in maniera lineare (colonna arancione), continuasse in maniera esponenziale (come hanno fatto finora, evidenziato dal secondo grafico di questo articolo).

 

 

Secondo questa previsione (una mia elaborazione), il totale a fine anno dovrebbe essere di 493 banche fallite. Una enormità, che comporterebbe un disastro sia per la finanza e l’economia statunitense, sia per la tenuta del tessuto sociale. Anche perché finora siamo a 78 banche fallite, da qui alla fine dell’anno ne dovrebbero fallire altre 415. Una vera ecatombe.

 

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO