BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MEDIOBANCA/ I nuovi "affari" che riportano piazzetta Cuccia nella grande finanza

Pubblicazione:

Foto Imagoeconomica  Foto Imagoeconomica

L’episodio Abertis dimostra che l’istituto di piazzetta Cuccia, anche senza il patronage di Geronzi, è capace di pensare e mettere in piedi operazioni di grande respiro. È interessante rilevarlo, perché Mediobanca è coinvolta come magna pars in alcuni degli affari più importanti dell’economia italiana, affari che sono attualmente in sospeso, in attesa di una definizione.

 

La prima di queste partite che viene in mente è Telecom Italia, controllata attraverso la finanziaria Telco da Mediobanca, Intesa, Generali e da Telefonica, che nella Telco stessa ha il maggior peso relativo. In passato si era parlato con insistenza di una fusione fra la società spagnola e quella guidata da Franco Bernabé, ma ora il progetto sembra destinato a finire nel dimenticatoio perché gli interessi degli iberici sono rivolti verso altri obiettivi.

 

Però, in tempi ragionevoli, bisognerà trovare qualcuno che prenda il loro posto in Telco. Un’impresa non semplice, perché molto onerosa e industrialmente assai complessa. Qualche ipotesi è stata già avanzata: si è parlato di un possibile interessamento del fondo F2i di Vito Gamberale e della Cassa Depositi e Prestiti. Probabilmente, per ora, soltanto chiacchiere. Però prima o poi il tema si porrà davvero. E allora Mediobanca potrà dimostrare di essere rimasta in serie A.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.