BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

ISTAT/ Povertà: non è aumentata, grazie alla famiglia e alla cassa integrazione

Secondo i dati Istat, in Italia, la povertà non è aumentata grazie alla famiglia e alla cassa integrazione, i due ammortizzatori sociali italiani principali.

Euro_Mani_PieneR375.jpg(Foto)

- Secondo i dati Istat, in Italia, la povertà non è aumentata grazie alla famiglia e alla cassa integrazione, i due ammortizzatori sociali italiani principali.

Nonostante le crisi, la povertà, nel 2009, in Italia non è aumentata, ma è rimasta stabile rispetto al 2008. Lo ha reso possibile l’insieme dei due ammortizzatori sociali, in Italia, principali: la cassa integrazione e la famiglia. Secondo i dati Istat, l’anno scorso l’indice di povertà è rimasto fermo al 10,8%, (circa 8 milioni di persone). Di questi, il 22,7% vive nel sud. Il motivo per cui non è aumentato, è che l’80% dell’aumento della disoccupazione ha colpito i giovani, specie quelli che vivono nella famiglia di origine che, appunto, ha svolto il ruolo di ammortizzatore sociale. La cassa integrazione guadagni, invece, ha protetto i genitori dalla perdita del lavoro, categoria maggioritaria, all’interno dei lavoratori che si trovano in questa condizione.

Leggi anche: FINANZA/ Ecco le banche che potrebbero portarci a una nuova crisi, di M. Bottarelli

Leggi anche: CRISI/ Io liberista dico che solo lo Stato ci può salvare dalla recessione, di G. Grecchi