BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

FIAT/ Oltre la Serbia, Marchionne cerca una Fiom "made in Usa"

Foto ImagoeconomicaFoto Imagoeconomica

È un modello “importabile” questo? Io credo che sia necessario importarlo se non vogliamo assistere al progressivo indebolimento delle sigle sindacali le quali troppo spesso finiscono per apparire organizzazioni che difendono i peggiori e non i migliori, che tirano inopinatamente in ballo addirittura la Costituzione per ergere un muro a difesa del diritto di sciopero (mai messo in discussione dalla proposta Fiat che ha chiesto, e ottenuto, di non pagare più i giorni di malattia se coincidenti con manifestazioni sindacali o elettorali) dopo non essere stato in grado di stroncare l’assenteismo dilagante che ha reso Pomigliano una fabbrica poco produttiva.

 

Il sindacato “poco serio” non riesce a difendere i propri dipendenti e li espone al rigorismo senza volto di un’azienda impaurita dalla competizione. E che, con un interlocutore serio, troverebbe il coraggio di dialogare di più costruendo il consenso e non soltanto pretendendolo.

 

www.marcocobianchi.wordpress.com

© Riproduzione Riservata.