BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ 2. Altro che stress test, c'è una nuova sfida per le banche italiane

Pubblicazione:venerdì 30 luglio 2010

Foto Fotolia Foto Fotolia

Su questa base, le banche avranno una prima via obbligata: attirare capitale fresco (Tier 1) attraverso un grande lavoro sui margini di intermediazione. Tenendo a mente che un eccessivo Tieri 1 è sconveniente - ritrovarsi con troppo capitale da remunerare è un rischio inutile - lavorare sui margini significa solo una cosa: alzare i tassi sugli impieghi e/o ridurre il costo di finanziamento. E qui iniziano i problemi.

 

Sul lato dell’approvvigionamento, le banche oggi hanno raggiunto livelli di efficienza “nipponici”. Grazie all’aiuto della Bce e allo sviluppo di strumenti obbligazionari garantiti, gli istituti di credito possono rifinanziarsi a tassi prossimi al punto percentuale. Impensabile scendere oltre senza innescare fenomeni di deflazione simili a quanto accaduto in Giappone dal 2000 in poi.

 

Lavorare sugli impieghi, quindi, resta l’unica possibilità. La tentazione immediata sarà aumentare indiscriminatamente i tassi di concessione: dal finanziamento industriale fino al mutuo immobiliare. Ma, data la prociclicità di Basilea, spingere imprese e persone verso maggiori probabilità di default si dimostrerà da subito controproducente.

 

Rimangono altre soluzioni: innanzitutto accentuare le attività “capital light”. Ovvero, quelle attività a basso assorbimento di capitale che permettono, nell’immediato, maggiore libertà di manovra (advisory, bancassicurazione, attività di gestione). Nel lungo periodo la sfida si farà più ambiziosa: il vero miglioramento sul lato degli impieghi arriverà con un grande lavoro sulla cultura del rischio.

 

Si tratti di risparmiatore, investitore, imprenditore o direttore finanziario di grande azienda, le banche dovranno imparare a investire di nuovo sulle persone e tenere a bilancio la qualità che sapranno individuare.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.