BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BORSA/ Indicazioni e analisi tecnica dei mercati al 5 luglio 2010

Sicuramente lo scenario di fondo sui mercati finanziari è cambiato, siamo passati così da una situazione di forte trend rialzista a una virata negativa

Orso_Toro_ManagerR375.jpg (Foto)

Sicuramente lo scenario di fondo sui mercati finanziari è cambiato, siamo passati così da una situazione di forte trend rialzista a una virata negativa che ci apre nuove porte per ulteriori obiettivi ribassisti. Innanzitutto le indicazioni giunte dal mercato del lavoro: le richieste di sussidio alla disoccupazione nell’ultima settimana sono salite a 472.000 unità, ben oltre il consensus che era per un modesto incremento a 452.000.

Ma a deludere sono stati anche l'indice Ism manifatturiero, sceso nel mese di giugno a 56,2 punti dai 59,7 del mese precedente, in misura superiore alle attese che erano per un calo a 59 punti, e quello relativo alle vendite di case con contratti in corso che a maggio ha registrato un crollo del 30%, ampiamente superiore alle previsioni degli analisti che si attendevano una flessione più contenuta, del 12,5%. Solo la spesa per costruzioni ha sorpreso positivamente, segnando comunque un calo dello 0,2% a maggio (-0,8% le attese).

DOW JONES INDUSTRIAL

La situazione del principale indice americano è davvero cambiata! Già dall’osservazione delle medie mobili possiamo vedere l’incrocio short tra la media mobile a 20 e quella a 50, inoltre quella a 200 ormai è stava violata al ribasso nelle ultime settimane. Dopo la violazione di maggio 2010 della trendline rialzista marzo 2009-febbraio 2010, il trend ha incominciato a indebolirsi. Ormai tutti gli analisti, gli istituzionali, i traders stanno vedendo il formarsi del testa e spalle ribassista, come anche confermato dal break out avvenuto anche sulla trendline rialzista dei volumi (si noti come il testa e spalle si sia formato anche su On Balance Volume). Inoltre il MACD è in posizione negativa da alcune giornate. Se il trend ribassista dovesse confermarsi nelle prossime giornate, i primi obiettivi short sarebbero in area 8,500 punti.

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO