BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Lavoro

IDEE/ Bertone: gli errori degli economisti (ma non solo) che ostacolano la ripresa

Cresce ovunque il numero di giovani disoccupati, così come aumenta l’economia sommersa. Il tutto mentre la crisi non sembra voler scomparire. Il commento di UGO BERTONE

Foto ImagoeconomicaFoto Imagoeconomica

Agosto, si sa, favorisce le letture. Anche le più eccentriche rispetto al tran tran quotidiano. E così capita di imbattersi in fenomeni nuovi, anzi arcinoti. La disoccupazione giovanile, innanzitutto. È un problema noto, per carità. Ma fa comunque impressione scoprire, dati dell’Organizzazione internazionale del lavoro alla mano, che a fine 2010 l’esercito dei senza lavoro sotto i 25 anni nel mondo “industrializzato” ha raggiunto la cifra di 81,2 milioni, ovvero il 13% del totale.

 

Nel solo anno in corso, le nuove reclute sono state 7,8 milioni. Facile prevedere, di fronte a questi numeri, tensioni sociali in crescita nell’immediato e a medio termine. Non stupisce, in particolare, il naufragio delle utopie degli anni d’oro, quelle all’origine della nascita di Villeneuve, periferia di Grenoble. È stata, all’inizio degli anni Settanta, il prototipo della città nuova, laboratorio della sinistra municipale.

Qui, su iniziativa del sindaco socialista Hubert Dubedout, per cinque anni si sono impegnati medici, avvocati, sociologi, fior di architetti e il meglio della pubblica amministrazione locale, oltre a intellettuali del calibro di Jean Luc Godard. L’obiettivo? La rivoluzione urbana, ovvero la creazione di uno spazio in cui potessero convivere ricchi e poveri, bianchi e neri e così via.

L’operazione, per qualche anno, ha funzionato. Poi, quasi all’improvviso, Villeneuve si è trasformata nel teatro della guerriglia urbana: l’uccisione di un rapinatore (nero e giovane bien entendu) è stata la miccia che ha fatto saltare la Santabarbara. E così Villeneuve, da terra dell’utopia è diventato lo spot dell’inferno. Da qui, infatti, Nicolas Sarkozy ha lanciato la sua proposta choc: levare la nazionalità francese ai minori che si sono macchiati di crimini di sangue contro la polizia.

PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO CLICCA IL PULSANTE >> QUI SOTTO


COMMENTI
13/08/2010 - Ostacoli alla ripresa (Daniele Prof Pauletto)

OTTIMA e puntuale analisi della crisi economica nei suoi risvolti socio-economici che tocca i nodi di fondo , molti dei quali non affronati