BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ 2. Sapete chi sono gli speculatori che mettono in crisi l’Europa?

Pubblicazione:lunedì 2 agosto 2010

borsa_ordiniR375.jpg (Foto)

I clienti di questi operatori non sono altro che i fondi pensione, le assicurazioni e le banche che detengono i nostri risparmi. E l’attività che svolgono è semplicemente concentrata sull’individuazione di cosiddetti mispricing, come quello colossale che aveva portato negli ultimi anni a valutare il rischio delle obbligazioni greche come molto simile a quello dei Bund tedeschi - senza nulla togliere ai miei amici greci, la capacità di gestire la cosa pubblica nel Nord Europa è molto differente da quanto siamo abituati noi popoli del Mediterraneo. E questo dovrebbe riflettersi nella relativa rischiosità e nei rispettivi rendimenti attesi.

 

La speculazione, quindi, non è stata altro che un’attività di “scoperta” della realtà dei fatti, una sorta di apertura del vaso di Pandora: i politici sono infatti stati costretti dal mercato ad affrontare una situazione che loro stessi avevano generato senza alcuna pianificazione e disciplina: è facile, infatti, spendere i soldi dei cittadini per iniettare liquidità nel mercato in forma di sussidi e di investimenti improduttivi; difficile è poi chiamare a gran voce l’austerità fiscale se si è stati improvvidi!

 

Non è infatti cosa nuova l’utilizzo del bilancio dello Stato per creare consenso elettorale. Ed è da questa constatazione che forse occorre ripartire: la politica deve rifocalizzarsi su obiettivi strategici (e non più tattici) prendendosi le proprie responsabilità così da poter affrontare senza timore i problemi e non aver remora di mostrare i fianchi (ora scoperti) ai mercati. I quali, prediligono sempre la trasparenza.

 

Ovvero, se tu sei onesto con me, io ti accorderò fiducia. Altrimenti, ti punirò con i mezzi a mia disposizione. Ecco come il mercato - composto tutto da “speculatori” - viene in soccorso dei cittadini nel punire politicanti allo sbaraglio, non in grado di affrontare problemi gravi e strutturali quali sono quelli che impongono oggi soluzioni fuori dagli schemi.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
02/08/2010 - finanza 2sapete chi sono gli speculatori che metto (d'amico michele)

sono perfettamente d'accordo per questo bellissimo articolo, spiegato molto bene. Da anni vado ripetendo questi concetti, che se tu vuoi fare il salto più lungo della gamba, indebitandoti perennemente poi alla fine i nodi vengono sempre al pettine. Non si può andare in pensione a 52 anni ed essere premiati solo se si va al lavoro come in Grecia. Poi alla fine diventi preda di quelli che ti dovranno finanziare, mettendo in pericolo l'intero sistema. Questo vale per tutti i paesi che agiscono in questo modo. Naturalmente tutti quelli che si sono macchiati di reati finanziari vanno accompagnati nelle patrie galere,anche se tutto ciò non avviene in Italia.