BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

DIBATTITO/ Le due verità “nascoste” dal referendum sull’acqua

Una manifestazione a sostegno del referendum sull'acqua (Foto Ansa)Una manifestazione a sostegno del referendum sull'acqua (Foto Ansa)

In conclusione, se da una parte il decreto Ronchi ha puntato sull’organizzazione del settore (introduzione delle gare, incentivo al coinvolgiemnto del privato) per rispondere alle esigenze che il settore idrico ha messo in luce, dall’altra il referendum rischia di non sanare i difetti della riforma, bensì stravolgere persino l’attuale sistema, determinando, in nome di uno slogan che abbiamo visto essere equivoco, un danno persino peggiore di quello già esistente.

 

In entrambi i casi non sarà un sistema perfetto di regole che cambierà le cose. L’esperienza internazionale del settore idrico lo sta insegnando. Occorre un cambiamento di mentalità. L’acqua è di tutti. Allora è il momento di prenderci le nostre responsabilità.

© Riproduzione Riservata.