BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

IDEE/ Marcegaglia: guardiamo a Usa e Germania per superare i limiti di un certo sindacato

Emma Marcegaglia (Foto Imagoeconomica)Emma Marcegaglia (Foto Imagoeconomica)

Mi sono incontrata personalmente con Sergio Marchionne il 28 luglio e abbiamo deciso di andare avanti insieme. Grazie alla riforma degli assetti contrattuali varata nell’aprile 2009 oggi è possibile fare delle deroghe ai contratti nazionali. Una delegazione di Federmeccanica e dei sindacati è già al lavoro per definire le deroghe necessarie al contratto nazionale per far sì che si possa applicare a Pomigliano. Sono già state fissate alcune date in cui sindacati, Federmeccannica e Fiat si incontreranno per definire le deroghe. Sono ottimista, anche perché esistono già casi di questo tipo, per esempio nella siderurgia.

 

Per concludere, uno sguardo alla situazione politica: si parla di governi tecnici, di scontri nella maggioranza e di possibili elezioni anticipate. Cosa ne pensa?

 

Su questo tema la posizione di Confindustria è molto chiara. Non crediamo in governi tecnici che debbano fare la riforma elettorale. Pensiamo che questo governo abbia ricevuto per tre volte la fiducia degli elettori (alle politiche del 2008, alle europee del 2009 e alle regionali di quest’anno) su un programma che contiene anche delle riforme che riteniamo importanti. Questo governo deve quindi andare avanti. In un momento in cui si parla del rischio di una nuova recessione negli Stati Uniti, dove la ripresa in Europa è molto fragile e la disoccupazione resta alta, parlare di elezioni e notare un clima di odio politico con tanto di insulti è francamente inaccettabile.

© Riproduzione Riservata.