BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ I 30 milioni di posti in meno "interrogano" i grandi players?

Pubblicazione:

trading_monitorR375_29ago08.jpg

 Terzo, gli investitori internazionali sta costruendo posizioni mostruose sui cds di debito sovrano Ue nella certezza che l'Unione europea non ascolterà le richieste dei regolatori e di Angela Merkel di mettere al bando alcuni tipi di operazioni finanziarie. L'ammontare degli swaps bought and sold su quindici nazione Ue, dalla Grecia alla Germania, al 10 settembre ha toccato i 134,5 miliardi di dollari, stando ai calcoli della Depositary Trust & Clearing Corp. dai 124,6 miliardi del 4 giugno.

 

Quarto, meno preoccupante ma significativo, il fatto che a certificare lo stato di recessione totale della Grecia ci ha pensato ieri Ikea, la catena svedese di arredamento a basso prezzo, che ha annunciato come nella penisola ellenica il suo complemento più noto e venduto, la libreria Billy verrà venduta con uno sconto del 22 per cento rispetto allo scorso anno.


Vi verrà da ridere ma la libreria Billy è un vero e proprio benchmark del potere d'acquisto, visto che il centro studio di Ikea, situato in Olanda, monitora continuamente vendite e prezzi in tutte le tredici nazioni europee servite dal gigante dell'arredamento ma lo fa anche Bloomberg News: ebbene, in tutte quelle nazioni il prezzo della libreria Billy è sceso nell'ultimo anno. Certo, non è l'indice Vix ma forse anche l'indice Billy deve dirci qualcosa.

 

CLICCA >> QUI SOTTO PER I GRAFICI SULLA DEPRESSIONE



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >