BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ Così le banche popolari possono aiutare imprese e famiglie

Pubblicazione:

operaio_industria1R375.jpg

Infatti, nei primi cinque mesi dell’anno il totale dei prestiti erogati dalle Banche Popolari ha continuato a crescere intorno al 6%, contro il 2% medio nazionale, e i nuovi impieghi a PMI sono stati pari a 20 miliardi di euro, un dato in linea se non superiore agli anni che hanno preceduto la crisi. Inoltre, l’aumento dei prestiti non si è limitato alle aree più sviluppate del Paese, ma ha attraversato da nord a sud tutta la penisola, con aumenti del 7% nel Mezzogiorno, di quasi il 5% nelle regioni centrali, di oltre il 6% nel nord est e del 4% nel nord ovest.


La Cooperazione Bancaria europea e le Banche Popolari hanno dimostrato non solo nelle simulazioni e nelle analisi economiche ma nella realtà dei fatti, una capacità di reazione alla crisi superiore alla media, non facendo mai venire meno il loro supporto a sostegno del tessuto produttivo nei territori di riferimento. La prova offerta dal modello delle Banche Popolari nella fase più aspra della crisi economica può essere sintetizzata in pochi numeri.


La crescita della clientela di oltre mezzo milione di unità nel 2009, che ha permesso di raggiungere un numero di correntisti superiore ai 10 milioni, l’aumento della quota di mercato dei prestiti a PMI, salita in poco meno di due anni dal 22,7% al 26,3%, e una rischiosità controllata inferiore alla media, pur avendo un portafoglio crediti in prevalenza caratterizzato dalla presenza della piccola imprenditoria, testimoniano il rapporto di fiducia che da sempre caratterizza la Banca Popolare con la propria clientela e che, proprio nei momenti più difficili, tende a consolidarsi e a divenire più forte e stringente.


PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO, CLICCA >> QUI SOTTO


 


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >