BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ Dalla Cina un campanello di allarme per il 2011

Pubblicazione:

Foto Ansa  Foto Ansa

Tuttavia, un breve aneddoto capitatomi a ridosso delle feste spiega bene in quali termini il 2011 rappresenti una sfida per tutti noi. Alla ricerca di alcuni regali natalizi, sono entrato in una merceria di Parigi. Nelle mie intenzioni avrei acquistato alcuni gomitoli di lana e altri accessori necessari per lavorare a maglia. Con un misto di stupore e incredulità ho scoperto che interi scaffali di prodotti in lana già lavorati, tutti di medio-bassa qualità, costavano meno della lana necessaria a produrli.

 

Dopo aver controllato l’etichetta su una dozzina di capi, la situazione si è rivelata piuttosto inquietante: i prodotti sugli scaffali erano tutti di fabbricazione cinese. Poco male, dirà qualcuno; per un golfino di bassa qualità, a portata di mano e di portafoglio, si può sacrificare il talento e l’iniziativa di chi è disposto a investire tempo e capacità nei lavori a maglia (ma è davvero così? Non credo proprio).

 

Quando però i materiali per produrre sistemi di difesa costeranno più di un satellite cinese, questo qualcuno potrà ancora liquidare il problema con la stessa calma irenica?



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.