BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ASSICURAZIONI/ Pugliese (Uea): caro Romani, tasse troppo alte e scarse infrastrutture danneggiano i consumatori

Alta tassazione e carenza infrastrutturale gravano sul mercato assicurativo italiano.

Fotolia Fotolia

- Alta tassazione e carenza infrastrutturale gravano sul mercato assicurativo italiano. 

Il Presidente dell’Unione Europea Assicuratori Elio Pugliese ha inviato una lettera aperta, sul tema del caro polizze al Ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani e al Presidente dell’Isvap Giancarlo Giannini, sottolineando il gap infrastrutturale che ci divide dai paesi europei più avanzati, con le conseguenze in termini di sinistrosità e ricadute dirette sulle tariffe.

Alcuni dati, messi a confronto: la rete stradale, in Francia è di 1.005.943 chilometri, contro i 175.430 chilometri dell’Italia. Da noi circolano 35.297.000 automobili, contro i 31.002.000 della Francia, pari, rispettivamente, a 597 e 504 auto per ogni mille abitanti. Quindi, in Italia ci sono 201 auto ogni km, rispetto alle 30 della Francia.

«E’ evidente – si legge nella lettera - che una tale congestione stradale finisce per aumentare notevolmente il rischio di incidenti. E le cifre parlano chiaro. In Italia ci sono 43,5 milioni di veicoli assicurati e 3,7 milioni di sinistri, mentre in Francia essi si attestano a quota 39,4 milioni e i sinistri sono 1,7 milioni». Questo si aggiunge il fatto che i francesi dispongono di una rete ferroviaria di 29.286 chilometri, pari a 47 km ogni 100.000 abitanti, quasi il doppio rispetto ai 16.545 chilometri dell’Italia, ovvero 28 km ogni 100.000 abitanti (2005).

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO