BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FIAT/ 2. Gli "incubi" di Marchionne lontano da Mirafiori e Pomigliano

Pubblicazione:mercoledì 5 gennaio 2011

Sergio Marchionne (Foto Ansa) Sergio Marchionne (Foto Ansa)

Fiat, anche dopo la crescita in Chrysler, potrebbe non essere abbastanza grande per vincere la sfida globale. Se l’azienda torinese è un player di medie dimensioni nei due principali mercati maturi, Europa e Stati Uniti, rischia di rimanere indietro nei mercati in via di sviluppo.

 

A parte la forte presenza storica in Brasile, negli altri Paesi sconta una presenza debole. Solo in Russia è stato fatto un accordo per crescere in questo mercato, ma in Cina e India, la situazione per la casa automobilistica italiana è molto complicata.

 

Fiat può avere un futuro in Italia se davvero i sindacati comprenderanno la sfida davanti alla quale si trova l’azienda italiana. Fiat può avere un futuro se la rivoluzione Marchionne riuscirà in Italia, ma questo elemento può non essere sufficiente di fronte alle difficoltà di un mercato globale.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.