BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ Dai fondi avvoltoio un nuovo allarme per l’Europa

Pubblicazione:

Foto Imagoeconomica  Foto Imagoeconomica

La Zest, ovviamente, non detiene alcun quantitativo di questi materiali, né ha licenze per aprire miniere al fine di ricercarli, semplicemente ha preso il nome e lo gettato in pasto agli investitori di quel mercato, l’Aim . Non è la prima volta che accade, visto che all’inizio dello scorso dicembre l’azione della Desire Petroleum replicò l’andamento miracoloso della Zest senza che i regolatori del mercato londinese avessero nulla da obiettare: tutto bene così. Secondo un broker che ha chiesto la copertura dell’anonimato, all’epoca le cosiddette “cash shell”, aziende con una quota di mercato azionario ma senza reale business, furono ammesse all’Aim, salvo vedere il loro valore collassare del tutto quando la bolla esplose e la Borsa di Londra decise di cambiare le regole. Operazione che, a quanto pare, non è servita a molto.

 

Contattato al riguardo, TD Waterhouse, un retail broker, ha confermato che la Rare Earth Minerals sei giorni fa è stata l’azione più trattata, prima per ordini di acquisto e quarta per ordini di vendita, forte dei 143 milioni di azioni passate di mano nonostante l’assenza di buone informazioni pubbliche sull’azienda. L’unico annuncio fatto dalla Rare Earth Minerals dal cambio di denominazione a oggi, infatti, è l’assegnazione di 98 milioni di opzioni a dirigenti, staff, consulenti e assistenti a 0,5 pence riscattabili in dieci anni. Insomma, una vero proprio gioco di puro illusionismo finanziario, come quello compiuto nel mese di gennaio, quando il titolo conobbe un’altra impennata, dopo l’assunzione di David Lenigas, un veterano del mondo delle penny stocks, come non-executive dell’azienda.

 

Nel consiglio di amministrazione della Rare Earth Minerals siede insieme a un solo altro membro ma è contemporaneamente direttore di altre 94 aziende, tra cui la Solo Oil, la Vatulouka Gold Mines e la LonZim: insomma, una sorta di guru. Peccato che alla ex Zest non sappiano nemmeno cosa siano miniere e minerali ferrosi: sanno però come inventarsi una vera miniera d’oro in casa. Sembra follia, è la realtà.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.