BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

FINANZA/ Cosa c’è dietro l’ultimo campanello d’allarme della Bce?

Foto ImagoeconomicaFoto Imagoeconomica

Ecco allora il perché di allarmi e cartellini gialli verso i paesi in difficoltà: una loro crisi mette a rischio anche le “formichine” dell’Eurozona. Il problema è che le raccomandazioni sembrano non sortire ovunque gli stessi effetti: infatti, quanto di quello richiesto dalla Bce ha fatto l’Italia? E se il governo cadrà come si farà a garantire che i provvedimenti annunciati per il riequilibro dei conti pubblici verranno attuati “in modo inequivocabile”? Chi, oltre a Tremonti, crede che il pareggio di bilancio sia più importante della crescita? E poi, perché deve essere una banca centrale a dettare la linea politica degli Stati membri? Qualcosa in Europa non funziona, ma ce ne si poteva accorgere anche 15 o 10 anni fa.

© Riproduzione Riservata.