BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FINANZA/ 1. Forte: ecco i pasticci di Tremonti che "affossano" l’Italia

Giulio Tremonti (Foto Imagoeconomica) Giulio Tremonti (Foto Imagoeconomica)

Questa idea non convince né la Bce, che ci ha raccomandato politiche di crescita, né gli analisti finanziari, che abbassano il nostro rating, né l’opinione pubblica, che vede ridotto il proprio benessere. E poi sta nascendo un altro problema: quando l’Italia cresce, aumentano le esportazioni e c’è maggior equilibrio nella bilancia dei pagamenti. In questo periodo di crisi, invece, le nostre esportazioni non stanno andando bene e abbiamo quindi un saldo negativo della bilancia corrente dei pagamenti, che si traduce in un indebitamento netto dell’economia italiana.

 

Qualche provvedimento per migliorare la situazione potrebbe arrivare la prossima settimana, quando dovrebbe vedere la luce il decreto sviluppo. Lei che cosa si aspetta?

 

A mio parere questo decreto sarà di manutenzione, modesto, e non avrà effetti sensibili sulla crescita economica. Ciò che servirebbe sarebbe lo sblocco degli investimenti nel settore delle opere pubbliche. Ritengo anche che sia molto importante utilizzare i contributi in conto interesse anziché gli apporti di capitale. Altre politiche pro-crescita possono consistere in privatizzazioni e liberalizzazioni specie nell’ambito dei servizi pubblici locali. Qualche intervento occorre anche nel settore del credito, che in questo periodo in tutta Europa sta vedendo grossi rincari per famiglie e imprese.

 

(Lorenzo Torrisi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
09/10/2011 - a che serve l'Iva? (alfredo campi)

Caro Ministro Tremonti,mi vuoi spiegare perchè non ti è venuta l'idea di eliminare l'Iva dai prezzi invece di aumentarla di un punto? Mi spieghi perchè se questo inverno che verrà e che come credo sarà molto freddo, io per scaldare la mia casa dovrò pagare l'IVA? Essa è una tassa iniqua che pesa sulle famiglie e che non ha motivo di esistere, perchè crea evasione, specie nel mondo del commercio. Quando mi si rompe un tubo in casa, mi spieghi perchè devo pagare l'IVA? I tagli alla spesa pubblica, perchè non hanno contemplato la riduzione del vostro stipendio? Anzi, vi siete aumentati di 1100 euro, la vostra busta paga. Perchè i dipendenti del Ministeri compresi voi possono detrarre tutte le spese mediche, ed anche quelle termali? Io avrei tolto l'iva, tanto non serve a nulla così avrei lasciato nelle tasche dei contribuenti e dell'industria soldi per spese ed investimenti, creando posti di lavoro che fino ad oggi non se ne vedono neanche con la Stella polare. Mi dispiace, ma voi politici fate i conti solo con il mio stipendio, e ciò non mi piace. Saluti Alfredo Campi Rimini.

 
05/10/2011 - debito pubblico (giuseppe g. carchidi)

mi chiedo se l'internazionalizzazione del debito pubblico non sia stato un errore madornale,politico, promosso da bankitalia, e voluto a prescindere dalle conseguenze già note.