BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

FINANZA/ 2. Ecco la bufala che spinge i mercati al rialzo

Foto AnsaFoto Ansa

Al contrario e ironia a parte, il problema è grave e sta alla radice: è stato prestato troppo denaro a costo zero e ora non c’è abbastanza denaro per stabilizzare la situazione. O si stampa moneta come fa la Fed, generando un po’ di sana inflazione e dando vita a una vera e propria ripulita al sistema (operazione fatta la quale, il primo che sgarra comportandosi da hedge fund sottocapitalizzato verrà offerto alla folla dotata di forconi) oppure vanno messe in conto perdite e bancarotte, prima delle quali quella greca, ormai nei fatti. Invece, ecco stagliarsi l’ennesima ipotesi: Il Fondo monetario internazionale potrebbe aiutare il fondo salva-Stati Efsf, supportando il mercato dei bond di Italia e Spagna. Insomma, avendo l’Efsf speso sulla carta quattro volte la sua disponibilità, ora serve un nuovo piano. Gli Usa sono d’accordo a dare più fondi al Fmi per farlo? E la Cina? L’Europa stessa è contributore netto del Fmi, quindi non solo i contribuenti tedeschi, ma anche quelli italiani e spagnoli dovranno stanziare più denaro. Insomma, passando attraverso la porta di servizio, Roma e Madrid dovranno rifinanziarsi ancora, visto che per farsi comprare i bonds devono dare più soldi al Fmi per farlo. Insomma, un’idiozia sesquipedale.

Attenzione, quindi, alle notizie a orologeria del Financial Times, nella maggior parte dei casi bufale, confezionate insieme ai politici tanto per tirare a campare ancora un po’. È un gioco tutto politico quello di queste ore e nessuno mi toglie dalla testa che la quasi contemporaneità del Tremonti pro-elezioni e del downgrade del nostro rating non sia una coincidenza... Allegri, però: anche il Giappone potrebbe aumentare gli acquisti di bond dell’Efsf in modo da supportare i finanziamenti del fondo di salvataggio europeo e aiutare a stabilizzare la regione. Lo ha detto il capo di gabinetto Osamu Fujimura - secondo quanto riferiva ieri Bloomberg - spiegando che «il problema del debito dell’Europa è molto rilevante per il Giappone in termini di ripristino della fiducia sui mercati».

Coraggio, tra un paio di settimane il Financial Times on-line ci dirà che i marziani sono pronti a comprarsi tutto e allora le Borse entreranno ufficialmente nel mercato del Toro...

© Riproduzione Riservata.