BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BORSE/ Mercati positivi, ma arriva il downgrade di Fitch (il punto alla chiusura)

Pubblicazione:

Foto: Imagoeconomica  Foto: Imagoeconomica

Terza seduta positiva consecutiva per le Borse europee, ma dopo la chiusura arriva la notizia che Fitch ha tagliato il rating sul debito di Italia e Spagna. A Wall Street, almeno fino a quest'ora, è in territorio positivo il Dow Jones, non il Nasdaq. Il dato sulla disoccupazione americana non ha riservato sorprese. E' ancora fermo al 9,1 percento. Facendo un bilancio della prima settimana di ottobre, il rendiconto è positivo. I mercati sono sempre in attesa, ma raccolgono e rispondono alla volontà di intervento da parte delle Banche centrali. Queste ultime stanno facendo una sorta di rete di sicurezza, dichiarando che si va verso un credito illimitato per le banche per dodici mesi. E' già un fatto che ha risollevato l'umore dei mercati.
Se a questo si uniscono le dichiarazioni su un piano di rifinanziamento delle banche fatto dal presidente della Commissione europea, José Barroso, e dal commissario alle Attività economiche, Oli Rehn, si capisce perché i mercati hanno reagito dopo la delusione del “grande piano”, suggestivo ma immaginario, dei tremila miliardi di intervento andato in onda sulla stampa britannica quindici giorni fa. Oggi si ritorna con i piedi per terra, ma con qualche certezza in più.
L'apertura di oggi di piazza Affari è stata contrastata fino a metà giornata, poi ha allungato i guadagni. Alla chiusura il Ftse Mib si è assestato sui 15529 punti con un incremento dell'1,29 percento. Più contenuti i risultati del Dax tedesco (+0,5%) e del Cac 40 francese +0,6%.
Ma sostanzialmente le Borse europee sono ancora in territorio positivo e si registra un alleggerimento della pressione. E' probabile che questo tipo di situazione, con rialzi incerti e sedute ancora contrastate, possa andare avanti fino il momento in cui si riunirà il G20. E' proprio per quell'appuntamento che l'Europa dovrà offrire un piano credibile, realizzabile e reale del piano di rifinanziamento delle banche e dell'allargamento del fondo salva-Stati.
Un passo importante per quell'appuntamento sarà l'incontro di domenica tra Nicolas Sarkozy e Angela Merkel sui modi e sui tempi dell'intervento europeo.


  PAG. SUCC. >