BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LEGGE DI STABILITA’/ Ecco il testo del maxiemendamento del Governo approdato al Senato

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto Imagoeconomica  Foto Imagoeconomica

La mobilità dei dipendenti pubblici è affidata all’articolo 4-terdecies.Viene stabilito che nelle  “pubbliche amministrazioni che hanno situazioni di soprannumero o rilevino comunque eccedenze di personali, in relazione alle esigenze funzionali o alla situazione finanziaria”, “il dirigente responsabile deve dare un’informativa preventiva alle rappresentanze unitarie del personale e alle organizzazioni sindacali firmatarie del contratto collettivo nazionale del comparto o area”. “Trascorsi dieci giorni dalla comunicazione, l’amministrazione applica […] la legge 6 agosto 2008, n. 133 (facoltà di recedere con preavviso di sei mesi il rapporto di lavoro con i dipendenti che abbiano già 40 anni di contributi pensionistici, ndr), […] verifica la ricollocazione totale o parziale del personale in situazione di soprannumero o di eccedenza nell’ambito della stessa amministrazione, anche mediante il ricorso a forme flessibili di gestione del tempo di lavoro o a contratti di solidarietà, ovvero presso altre amministrazioni, previo accordo con le stesse, comprese nell’ambito della Regione”. “Trascorsi novanta giorni dalla comunicazione […], l’amministrazione colloca in disponibilità il personale che non sia possibile impiegare diversamente nell’ambito della medesima amministrazione e che non possa essere ricollocato presso altre amministrazioni nell’ambito regionale, ovvero che non abbia preso servizio presso la diversa amministrazione secondo gli accordi di mobilità”. “Dalla data di collocamento in disponibilità restano sospese tutte le obbligazioni inerenti al rapporto di lavoro e il lavoratore ha diritto a un’indennità pari all’80% dello stipendio e dell’indennità integrativa speciale, con esclusione di qualsiasi altro emolumento retributivo comunque denominato, per la durata massima di 24 mesi”. Tale periodo viene riconosciuto utile a fini della pensione. “I contratti collettivi nazionali possono stabilire “criteri generali e procedure per consentire” il passaggio del personale in eccedenza in altre regioni.

L’articolo 4-quinquisdecies è dedicato al finanziamento di infrastrutture mediante defiscalizzazione. Per la realizzazione di nuove infrastrutture autostradali, è prevista la compensazione di imposte sui redditi e Irap “generati durante il periodo di concessione”, la compensazione dell’Iva. “La misura massima del contributo pubblico”, incluse queste agevolazioni, “non può eccedere il 50% del costo dell’investimento”.

L’articolo 4-sexiesdecies si occupa della Tav Torino-Lione e stabilisce che “fatta salva l’ipotesi di più grave reato, chiunque si introduce abusivamente” nei cantieri o ne ostacola l’accesso “è punito a norma dell’articolo 682 del codice penale” (arresto da tre mesi a un anno).

Ai contratti di lavoro di giovani e donne è dedicato l’articolo 4-noviesdecies, che prevede sgravi contributivi del 100% per tre anni per i contratti (stipulati dal 1° gennaio e fino al 31 dicembre 2016) di apprendistato nelle aziende con 9 o meno lavoratori. Aumentano anche i benefici e gli incentivi per l’uso del telelavoro e per l’assunzione di donne in aree particolarmente segnate dalla disoccupazione femminile. Viene anche previsto che ciascuna regione possa disporre la deduzione dalla base imponibile dell’Irap per il 2012.

Gli articoli 4-bis et vicies, 4-ter et vicies, 4-quater et vicies e 4-quinquies et vicies infine regolano l’uso della posta elettronica certificata (pec) nel processo civile, la riduzione del contenzioso civile davanti alla Corte di cassazione e alle corti di appello, l’accelerazione del contenzioso in appello e le modifiche in materia di spese di giustizia



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.