BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BORSE/ L'esperto: vi spiego a che serve il piano delle banche centrali e il divieto di short

La decisione delle sei maggiori banche centrali mondiali di intervenire con liquidità a sostegno delle banche europee ha fatto salire i mercati. L'esperto spiega cosa significa

Foto Ansa Foto Ansa

La notizia ieri che le sei maggiori banche centrali globali si impegnano a offrire maggiore liquidità agli istituti di credito europei ha immediatamente provocato un innalzamento degli indici delle Borse. Piazza Affari, ad esempio, è salita del 4,4%. Un piano di liquidità congiunto per offrire dollari a basso costo e diminuire così le tensioni sugli istituti europei di credito. In pratica, una sacra alleanza fra Banca centrale europea, Fed, e gli istituti di Canada, Inghilterra, Giappone e Svizzera. Ma cosa significa in termini pratici e che reali conseguenze avrà? IlSussidiario.net lo ha chiesto a un esperto di sistemi finanziari e bancari che ha commentato: "È un segnale forte, un segnale che finalmente la situazione di crisi delle banche europee è stata presa sul serio". Un piano di liquidità cosa significa in termini concreti? Lo chiediamo ancora al nostro esperto che ci spiega che "uno dei problemi principali delle istituzioni finanziarie, in particolare delle banche, è l'accesso alla liquidità. Questo perché oggi il mercato interbancario è sostanzialmente ridotto ai minimi termini: le banche hanno problemi a ottenere liquidità dando in garanzia  i propri attivi". Secondo l'esperto, in particolare, "la decisione di ieri aiuta le banche, che in questo momento hanno il problema in alcuni casi di dover ridurre gli attivi perché l'accesso al funding è molto costoso". Dollari a basso costo: cosa significa? "Significa che si sono volute coinvolgere particolarmente le banche francesi che hanno molta attività in dollari. Siccome le istituzioni americane non si fidano più di quelle europee, sostanzialmente le banche francesi hanno avuto molti problemi a rifinanziarsi in dollari nelle ultime settimane".

La Borsa ha immediatamente reagito bene alla notizia: "Più che gli effetti pratici della notizia quello che ha fatto salire il mercato è il fatto che questo atto coordinato delle sei banche centrali è stato interpretato come un segnale che le istituzioni finanziarie hanno una forte volontà di sistemare le cose". Intanto sulla Borsa italiana è scattato da oggi il divieto di naked short su tutti i titoli del listino. Il nostro esperto ci spiega che "in realtà il divieto di short sulle banche è in atto da diversi mesi". Cosa significa short? "Al posto di scommettere che un titolo aumenti di prezzo, si  scommette sul fatto che l'azione perda di valore. Per intenderci: si vende oggi il titolo anche se non lo si possiede e ci si impegna a riacquistarlo fra un mese. Se nel frattempo il titolo ha perso valore, allora si otterrà un guadagno". Sta di fatto che "da quando è stato introdotto il divieto di short sulle banche, i titoli hanno continuato a perdere".