BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

VERTICE UE/ 2. Il "trucco" degli eurocrati che non ci salva dalla crisi

Foto AnsaFoto Ansa

Sotto il profilo della politica economica, vengono delineate politiche di bilancio seriamente restrittive in un’eurozona - lo affermano i 20 maggiori centri internazionali di ricerca econometrica - già entrata in recessione. Per l’Italia alcuni di questi centri prevedono una contrazione di tre punti percentuali del Pil per il 2012. Non si contempla un’azione espansionista da parte della Banca centrale europea (come sarebbe auspicabile) che invece viene sobbarcata pure del Fondo salva-Stati. Soprattutto, pare che nessuno si sia chiesto perché il “Patto di crescita e di stabilità” in questi dieci anni di euro non ha funzionato o ha operato in maniera differente dal previsto. Avere eluso questa domanda è, a mio avviso, l’errore che renderà tutta in salita la vita futura dell’eurozona.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
10/12/2011 - Impotenza (Alberto Consorteria)

E meno male che i trattati europei sono stati da poco riformati. Ci si chiede perchè trionfi l'antipolitica dei BeppeGrillo travaglieschi? Perché le persono non sono stupide, e da Monti a Bruxelles passando per la morte dei partiti e delle preferenze l'attività politica dei singoli non è influente, è fristrata, e ha il solo effetto di dare legittimità a persone e scelte che non dovrebbero averla. Cechi nel nostro tunnel decennale di idiozia andremo a sbattere, ma al nichilista epulone uomo moderno questo non interessa: quello, il nichilista uomo moderno, sta ancora celebrando in TV i mitici anni delle minigonne, del benessere, e dei beatles con la nostalgia del prigioniero che non ha capito che proprio quello che rimpiange è quello che lo ha condannato.