BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CONTI CORRENTE/ L'esperto: vi spiego a chi conviene il patto Stato-banche

Pubblicazione:martedì 13 dicembre 2011 - Ultimo aggiornamento:martedì 13 dicembre 2011, 13.44

Fotolia Fotolia

Effettivamente, le misure in tal senso sono state paragonate a una minipatrimoniale. Ci sono poi i nuovi bolli introdotti, che non si applicano solo ai conti correnti, ma anche a titoli, azioni, obbligazioni, fondi comuni di investimento e polizze vita. Rispetto al vecchio bollo, il gettito garantito, spalmato tra tutte le attività finanziarie, corrisponde a una cifra oscillante tra i 500 milioni e il miliardo di euro. In questo nuovo regime le valutazioni vanno fatte sul valore di mercato delle attività finanziarie, non sul valore nominale. Significa che se tutte le attività si dovessero rivalutare, anche le entrate fiscali derivanti dal bollo applicato al valore di mercato potrebbero aumentare.  

L'Italia rinuncerà al precedentemente annunciato concordato fiscale con la Svizzera. Cosa ne pensa?

Tassare in Italia i capitali portati lecitamente o illecitamente in Svizzera era quello che tutti i cittadini onesti si aspettavano. Non attuarlo è stato un clamoroso errore di cui non si riesce a individuare motivazioni razionali. 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
13/12/2011 - Un esperto "inesperto" (Francesco Giuseppe Pianori)

1. Evasione: la criminalità ha i suoi canali; i piccoli risparmiatori non evadono; i grossi evasori hanno San Marino o amici compiacenti in Svizzera. 2. Le banche promettono il costo zero; poi, con la scusa delle contingenze internazionali, aumentano a loro discrezione i tassi di interesse e le spese di tenuta del Conto Corrente. 3. Monti & C. hanno tutto l'interesse a tenere la gente povera sotto il loro insindacabile controllo. 4. Nel Medioevo i signorotti erano almeno cristiani; i nuovi vassalli, valvassori e valvassini sono usurai e basta. 5. Sicuramente rifiorirà il baratto, che non ha bisogno di intermediazione bancaria.