BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FIAT/ Bertinotti: vi spiego perché Marchionne ha rottamato l’auto e l'Italia

Sergio Marchionne (Foto Ansa) Sergio Marchionne (Foto Ansa)


Molto più semplicemente, è l’espressione di una scelta strategica. Marx ci ha insegnato che è inutile cercare di descrivere i comportamenti del capitalista secondo i parametri della morale o della vocazione culturale. Entrambe vanno lette alla luce di una visione strategica, che è quella proposta con estrema durezza da Marchionne, e si capisce in quella il suo comportamento.

Marchionne ha rimesso in sesto Fiat, ha poi acquisito la maggioranza di Chrysler…


Come dice scusi, che cosa avrebbe fatto Marchionne?

Ha rimesso in sesto la Fiat, non certo dal punto di vista sindacale ma almeno dei parametri strettamente economici.


Me ne dica uno per favore…

Dal punto di vista finanziario per esempio.


Ecco, appunto. In realtà Marchionne non ha rimesso a posto niente. Anzi, gli stabilimenti italiani sono ogni giorno più a rischio e con essi l’occupazione.

E’ però innegabile che oggi i bilanci Fiat sono in ordine, mentre prima che arrivasse Marchionne non lo erano.


Sì, sono in ordine come quelli di buona parte del capitale finanziario nel mondo. Ma il vero problema è l’occupazione. Un imprenditore si misura dai risultati di produzione e di occupazione, il resto sono fatti suoi.

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
15/12/2011 - Bertinotti/Marchionne (alberto servi)

Bertinotti intervistato afferma che: "Un imprenditore si misura dai risultati di produzione e di occupazione, il resto sono fatti suoi." Non dà importanza a come si sviluppa la produzione e ai suoi costi. Mi chiedo se secondo lui la remunerazione dei livelli occupazionali debba essere sempre considerata una variabile indipendente.

 
14/12/2011 - Bugiardo e mentitore (mente libera)

Un commento su questo ominicchio che si crede il salvatore della patria ( affari Italiani , economia) ma che giustamente paga le tasse in Svizzera, Pontifica sulle sue ricette per salvare l’Italia ma ha fatto perdere quote di mercato in Italia ( -10% in 5 anni) e in Europa ( -50%) in asia vende 100 volte di meno dei concorrenti. Un fallimaento, nei prossimi 2 anni non ci saranno modelli nuovi da produrre e lui pensa cha a salvare la redditività e la produttività ( dell’ aria fritta) serva aver più straordinario ( ma non sale il costo del lavoro?). Poi sull’ accordo con i QUQUARAQUA SINDACALI c’ è da ridere il favoloso premio di 600 € è inferiore a quello percepito oggi, l’ assenteismo su cui si deciderà se pagare o meno i primi 2 giorni di malattia , a detta dell’ imps è inferiore al limite impostato, ma per l’ azienda è 3 volte superiore , questi sindacatinio come lo contolleranno? Ricordiamoci che Marchionne è il nuovo Pinocchio , i 20 miliardi di investimento non si vedono ( una parte serve a pagare i debiti di chrysler e gli interessi), la cassa integrazione continua ad aumentare, chiude Irisbus , con importanti commesse. E inoltre la Fiat è tecnicamente Fallita , i debiti superano la capitalizzazione.