BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PACCHETTO CRESCI-ITALIA/ Mario Monti presenta la fase due della manovra

Pubblicazione:

Foto Ansa  Foto Ansa

CRESCI-ITALIA: ECCO IL PACCHETTO DI MISURE PER LA FASE DUE - Mario Monti ha presentato "il pacchetto cresci-Italia". Parlando oggi in conferenza stampa, il capo del governo ha illustrato le misure che dovranno favorire il rilancio dell'economia e la crescita del Paese: "Non avrei obiezioni se decideste di chiamare queste misure "cresci-Italia". Monti ha voluto precisare che la cosiddetta "fase due" della manovra finanziaria approvata recentemente in realtà non esiste, trattandosi tutto di un unico intervento per riportare l'Italia al pareggio dei conti. Monti ha così spiegato le linee guida dei prossimi interventi, dicendo come una soluzione alla crisi "non poteva essere neanche affrontata senza il consolidamento dei conti pubblici effettuato con il decreto salva-Italia". Ci si è occupati, ha aggiunto, di conti pubblici, cercando di curare l'equità sociale. Due punti questi, ha detto ancora, che saranno presenti nella nuova fase di misure. Non ci sarà alcuna altra manovra, ha detto: "Serviamo la fase del consolidamento puntando alla crescita facendo crescere il Pil. Non faremo molto uso del denaro pubblico, ma dell'equità come leva. Attraverso liberalizzazioni concorrenza e la riforma del mercato del lavoro limeremo i privilegi e le rendite che frenano i meccanismi economici a danno dei giovani". Per chi lo ho accusato di non aver voluto fare un patrimoniale, Monti ha spiegato che si è operato  per alleviare l'onere fiscale su chi produce portandone una parte su chi detiene ricchezza. A proposito della sempre grave situazione dello spread, il premier ha invitato a non sovra estimare i dati né quando sono positivi né quando sono negativi. Ha quindi detto che sia ieri che oggi le aste di emissione di titoli pubblici sono andate piuttosto bene, un dato incoraggiante che però non significa sia finita la turbolenza finanziaria. Per quel che riguarda il prossimo lavoro, Monti dice che le prossime settimane saranno dedicate alla crescita, una crescita  che però non si farà uso del denaro pubblico anche perché ce n'è poco, dell'equità come leva. "Noi siamo convinti che l'operazione volta a liberare le energie, le liberalizzazioni e la concorrenza, e lo stimolo del capitale umano attraverso l'università e la ricerca e la riforma impegnativa e essenziale del mercato lavoro hanno come finalità la crescita e l'equità". Nei vari punti presentati in conferenza stampa relativamente ai prossimi impegni, Monti ha voluto ricordare la lotta all'evasione come uno dei passaggi più strutturali: chi si occupa del problema ha voluto ringraziare il governo per aver messo a disposizione con il decreto salva Italia strumenti mai avuti precedentemente a disposizione.



  PAG. SUCC. >