BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MANOVRA MONTI/ 2. Pelanda: le nuove tasse di Monti? Tutta colpa della Merkel…

Pubblicazione:lunedì 5 dicembre 2011

Angela Merkel, Nicolas Sarkozy e Mario Monti (Foto Ansa) Angela Merkel, Nicolas Sarkozy e Mario Monti (Foto Ansa)

Di quanto? Circa 25 miliardi in più sono già certi. Probabilmente ne serviranno altri per compensare l’aumento del costo di rifinanziamento del debito ed il minore gettito dovuto alla tendenza recessiva, anche questi più con aumento delle tasse o tagli di spesa. Poiché il taglio della spesa è un’azione che porta più lentamente risparmi di cassa allo Stato, Monti non ha altra via che quella di aumentare i carichi fiscali. Da un lato, questa mossa è paurosamente depressiva. Dall’altro, se non si fa così l’Italia deraglia e con lei l’euro ed il globo.

In realtà ci sarebbero altre opzioni rapide pur non velocissime. Per esempio, un’operazione patrimonio contro debito - non necessariamente vendita, ma finanziarizzazione con emissione di obbligazioni di parte del patrimonio immobiliare - concordata con la Ue in modo tale da mettere una parte dei ricavi a riduzione del debito stesso ed un’altra, in deroga dalle regole correnti, per abbattimento del deficit annuo. Tale possibilità permetterebbe il pareggio senza ricorrere all’aumento delle tasse. Ma la Germania vuole che l’Italia dia la certezza sui saldi subito, entro il 9 dicembre, in cambio della sua disponibilità a permettere che la Ue e la Bce diventino garanti degli eurodebiti.

In sintesi, la pressione esterna non ci dà tempo. Quindi è inutile qualsiasi critica, pur giustificata, alla politica depressiva del governo Monti perché non può fare altro

 

www.carlopelanda.com



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
05/12/2011 - Depressiva e iniqua (Mariano Belli)

Manovra depressiva : lo ammette lui stesso quando parla di crescita negativa (e come potrebbe essere il contrario).... Manovra iniqua : si colpiscono gli immobili di chi ha già pagato tutto il pagabile, come se possedere una (o due) case fosse una colpa, senza tenere conto del reddito personale e della progressività impositiva sancita nella costituzione (penso a chi vive di una misera pensione), senza colpire chi i capitali li ha portati all'estero. Vergogna!