BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

MANOVRA MONTI/ Il consulente: bene il bollo "proporzionale" sui titoli, ma attenti al risparmio...

Foto ImagoeconomicaFoto Imagoeconomica

Resta il fatto che secondo l’analista di Azimut, «i costi siano calcolati in termini percentuali anziché fissi, in linea di principio è un passo avanti. È meglio infatti stabilire che chi ha patrimoni più elevati paghi di più rispetto a chi ha nel suo dossier titoli i pochi risparmi che è riuscito a mettere da parte. Il costo fisso infatti può incidere in percentuale in misura più significativa, e quindi può risultare iniquo rispetto al servizio per il quale pago un certo costo». Per Negri però resta un problema di partenza: «I risparmi sono il risultato di redditi prodotti attraverso varie forme e che in quanto tali sono già stati tassati. Ritassarli è iniquo a livello di principio. Il problema è verificare che questi risparmi siano effettivamente stati prodotti da redditi che sono già stati tassati in misura adeguata, cioè che non provengano da guadagni in nero».

© Riproduzione Riservata.