BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

VERTICE UE/ 1. L’Europa senza Londra? Una vittoria di Pirro della Merkel

Pubblicazione:venerdì 9 dicembre 2011 - Ultimo aggiornamento:sabato 10 dicembre 2011, 10.35

Foto Imagoeconomica Foto Imagoeconomica

Londra, dal canto suo, non poteva fare altrimenti. «Cameron è stato molto onesto, e aveva detto che avrebbe posto il veto laddove le decisioni fossero andare contro l’interesse del suo Paese. Il non consentire alla City di avere uno status diverso dagli altri su determinate legislazioni, come accade per tutti i grandi centri finanziari mondiali, significa azzopparla. Siccome la Merkel e Sarkozy sono andati a Bruxelles per difendere i propri privilegi - conclude -, non si capisce perché  la Gran Bretagna non avrebbe dovuto fare altrettanto».  



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
11/12/2011 - Due sfide per Bottarelli (Giuseppe Crippa)

Apprezzo in Bottarelli il coraggio di esibirsi in previsioni spesso piuttosto audaci. Lo sfido però ad un puntuale esercizio di autocritica nel caso le sue previsioni risultassero (può capitare...) errate. Nella sua intervista credo misconosca la reattività dei mercati che secondo me hanno comunque letto positivamente l'accordo a 26 e già guardano avanti: se quindi l'Eurostoxx 50 di domani lunedì 12 dicembre sarà maggiore di 2300 (venerdì scorso ha chiuso a 2342,59) ammetta nel suo prossimo articolo di essersi sbagliato, e soprattutto non credo che il Regno Unito nel 2012 uscirà dall'Unione Europea: se non accadrà lo invito fin da ora a dedicare a questa sua erronea previsione il primo articolo del 2013.

 
10/12/2011 - per la regina! (francesco taddei)

Grande Cameron! gli inglesi sono un popolo noi?