BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FIAT/ Marchionne a sorpresa: ci potremmo trasferire a Detroit

Pubblicazione:

Sergio Marchionne (Foto Imagoeconomica)  Sergio Marchionne (Foto Imagoeconomica)

"Sono ancora ipotesi, stiamo studiando - ha proseguito Marchionne - e comunque non faremo passi fino a quando non avremo restituito i prestiti concessi dai governi di Usa e Canada". Sarà per la grande soddisfazione delle performance ottenute da Chrysler, o per il fatto che "nel Bel Paese si fa troppa politica", ma il destino di Fiat pare - al di là di formalismi e cautele - inserito in un orizzonte chiaro.

Due ancora i passaggi preliminari: onorare il debito con i governi di Usa e Canada e ultimare il processo di fusione. Poi si deciderà. Cautela da parte dei sindacati "moderati", mentre le critiche della Fiom non si sono fatte attendere. L'impressione è che questo segnale lanciato dagli Usa possa essere anche - e forse soprattutto - indirizzato al Bel Paese, come dire: attenzione, Mirafiori e Pomigliano sono l'inizio di una inversione di tendenza all'interno dell'azienda, ma per completare il processo di rinnovamento i tempi non sono infiniti...



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.