BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

STATUTO DELLE IMPRESE/ Il testo integrale della legge in discussione alla Camera

Terminato l’esame della commissione Attività produttive, approda in Aula lo Statuto delle imprese. Pubblichiamo il testo integrale della legge

Foto Imagoeconomica Foto Imagoeconomica

La commissione Attività Produttive della Camera ha terminato l’esame del disegno di legge sullo Statuto delle Imprese, che verrà discusso in Aula da lunedì 14 marzo. La Commissione ha accolto le richieste della commissione Bilancio e del ministero dell’Economia tese a salvaguardare l’equilibrio economico-finanziario del Bilancio dello Stato. «Ringrazio i colleghi della Commissione, quelli delle altre commissioni parlamentari e il sottosegretario Casero che hanno lavorato intensamente perché lo Statuto delle Imprese fosse licenziato per l’Aula», ha dichiarato Raffaello Vignali (PdL), primo firmatario del disegno di legge. «L’Europa chiede agli Stati membri di avviare riforme per la crescita, pur nella doverosa tenuta dei conti pubblici; soprattutto chiede, per rilanciare lo sviluppo, di creare un contesto favorevole all’impresa e all’industria, in particolare alle Pmi. Questo esattamente lo scopo dello Statuto delle Imprese, un provvedimento atteso da tutto il sistema economico italiano».

Di seguito il testo integrale che verrà discusso alla Camera a partire da lunedì

 

Norme per la tutela della libertà d’impresa. Statuto delle imprese.

 

Capo I

FINALITÀ E PRINCÌPI

 

Art. 1.

(Finalità).

1. La presente legge definisce lo statuto delle imprese e dell’imprenditore al fine di assicurare lo sviluppo della persona attraverso il valore del lavoro, sia esso svolto in forma autonoma che d’impresa, e di garantire la libertà di iniziativa economica privata in conformità agli articoli 35 e 41 della Costituzione.

2. I princìpi della presente legge costituiscono norme fondamentali di riforma economico-sociale della Repubblica e principi dell’ordinamento giuridico dello Stato ed hanno lo scopo di garantire la piena applicazione dello Small Business Act e la coerenza delle normative adottate dallo Stato e dalle Regioni con i provvedimenti dell’Unione europea in materia di concreta applicazione del medesimo.

3. Nelle materie oggetto di competenza legislativa concorrente, ai sensi dell’articolo 117, terzo comma, della Costituzione, le regioni e le province autonome esercitano la potestà legislativa nel rispetto dei principi fondamentali di cui alla presente legge.