BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ 1. Il mix Giappone-Bahrain fa tremare i mercati

Pubblicazione:

Foto Ansa  Foto Ansa

Il mondo dell’economia e della finanza, nella maniera più drammatica possibile, sta riscoprendo il fatto che il Giappone è il primo creditore al mondo con oltre 3 trilioni di dollari di assets all’estero netti. È questo ad aver fatto deragliare le Borse di tutto il mondo negli ultimi giorni? Non solo, i mercati scontano in anticipo altro.

 

Ovvero, il fatto che il rischio insito in questa situazione diviene doppiamente pericoloso se combinato con la rapida escalation del conflitto nel Golfo Persico, dove l’Arabia Saudita ha inviato le proprie truppe in Bahrain per reprimere le proteste della maggioranza sciita, decisione che potrebbe dar vita a un letale showdown di Riad con l’Iran.

 

Per David Bloom, capo del valutario a Hsbc, «la gente pensava che la ripresa mondiale fosse autosostenuta e ora invece i mercati stanno cominciando a chiedersi se quanto sta accadendo possa spegnere ogni speranza in tal senso». Le due crisi, infatti, sono arrivate quasi in contemporanea, mentre l’Occidente era in preda a una stretta fiscale e l’Oriente affrontava una stretta del credito: per molti economisti Usa, tra cui Paul Krugman, la ripresa non aveva ancora raggiunto la “velocità di fuga”, rimanendo quindi vulnerabile agli shock esogeni.


  PAG. SUCC. >


COMMENTI
17/03/2011 - Ma quale ripresa? (J B)

"Per David Bloom, capo del valutario a Hsbc, «la gente pensava che la ripresa mondiale fosse autosostenuta e ora invece i mercati stanno cominciando a chiedersi se quanto sta accadendo possa spegnere ogni speranza in tal senso»" Ma che gente! La gente... di Bloom. Ma quale ripresa? Ma perfavore. Finiamo di prenderci in giro. Una ripresa basata su cosa? Sulle banche centrali che stampano (falsificano) moneta e monetizzano il debito? Non è mai esistita nessuna ripresa. Non hanno permesso una sana deflazione per curare i mali del precedente boom. Ed ora abbiamo solo ingigantito i problemi pre-2008 visto dai subprime siamo ora passati ai bond statali. Il Giappone dovrebbe far rivalutare lo Yen ed alzare i tassi di interesse. Quindi favorendo i risparmi che serviranno per la ricostruzione e dando maggior potere d'acquisto ai cittadini ed alle imprese che i materiali per la ricostruzione dovranno importarli. Poi il Giappone detiene qualcosa come oltre 800BN di T-bills. Quando li venderanno e smetteranno di comprarli (ricordiamo che recentemente anche Pimco ha smesso di comprare Tbills e che per il 70% (!!!) sono ora acquistati dalla Fed) arriverà un altro tsunami... ma questa volta di inflazione dei prezzi e direttamente in Us.