BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

LIBIA/ 1. Pelanda: ecco il vero progetto della Francia che danneggia l'Italia

Cosa sta realmente accadendo in Libia? Secondo CARLO PELANDA è in atto una manovra espansionistica francese dalla quale l'Italia ha tutto da perdere. Ecco le prove

Non è solo una questione umanitaria (Imagoeconomica) Non è solo una questione umanitaria (Imagoeconomica)

L’indecisione dell’America che per quasi 60 anni ha presidiato il Mediterraneo, stabilizzandolo sostanzialmente, sta lasciando spazio alle ambizioni neo-imperiali di Francia e Regno Unito. Questa è la vera ragione dell’attacco franco-inglese alla Libia, con timido e riluttante sostegno tecnico degli Stati Uniti, e non certo il motivo umanitario. L’Italia è in grave imbarazzo morale, politico ed economico. Dobbiamo riflettere su come uscire da questa situazione, intanto cercando di capirla.

 

La vera guerra - indiretta, non spaventatevi - è tra Francia e Italia. Non solo per il controllo delle risorse petrolifere della Libia, ma, soprattutto, per ottenere il mandato proconsolare dagli Stati Uniti, in ritirata, per la gestione del Mediterraneo. Sarkozy ne ha bisogno per: (a) recuperare consenso entro un elettorato nazionalista in vista delle elezioni presidenziali; (b) bilanciare con tale ruolo di potenza lo strapotere tedesco sulle questioni economiche e monetarie nell’Eurozona, cioè per poter finanziare in deficit il consenso in violazione delle euroregole; (c) ergersi a potenza protettrice degli arabi sunniti in alleanza privilegiata con l’Arabia Saudita che si sente sempre meno protetta dall’America.


COMMENTI
21/03/2011 - Tira a campà (luisella martin)

Molto interessante l'articolo del signor Pelanda che dimostra, finalmente, come la politica sia scienza ed arte, molto prima che metodo pragmatico per tenere insieme un popolo. Naturalmente capire gli interessi nascosti che muovono i paesi é di poca consolazione per una campagnola pensionata come me. Mi rassicura stranamente, invece, l'atteggiamento del "tira a campà" tutto italiano per cui prima sono tutti amici e alla fine diventano tutti nemici...Di fronte a ciò solo la Divina Provvidenza può far sì che alla fine tutto volga per il bene e verso il bene! Insomma, più che alle strategie del nostro Governo, credo alle preghiere del nostro Papa: Dio si serve anche di tanti Pelanda per raddrizzare le nostre intenzioni!