BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ITALIA-FRANCIA/ Forte: ecco la vera contromossa per "punire" i francesi

Pubblicazione:

La sede della Consob a Roma (Foto Imagoeconomica)  La sede della Consob a Roma (Foto Imagoeconomica)

Infatti, risulta che Lactalis possiede indirettamente più del 30% di Parmalat tramite contratti di equtity swap con banche amiche, riguardanti un altro 3% della società di Collecchio. In sé questo contratto non dà il diritto di proprietà delle azioni, ma solo un’opzione a esercitarlo e Lactalis lo potrebbe fare in qualsiasi momento, togliendo le azioni alla controparte. Questo contratto, così, si può configurare nella sostanza come un patto di sindacato improprio fra chi ha l’opzione e chi ha la proprietà delle azioni, posto che si tratti di un soggetto legato da interessi comuni. E obbligando Lactalis a esercitare l’Opa si potrebbe fare chiarezza sull’operazione, tutelando gli interessi del pubblico degli azionisti, che sono in gran parte i vecchi titolari di obbligazioni Parmalat, che ne hanno perso gran parte del valore con il suo fallimento.

Che Parmalat sia controllata da un gruppo francese o da un gruppo italiano, poco importa se gli altri azionisti non sono danneggiati ingiustamente, con trucchi giuridici, che violano la sostanza dei principi di un leale mercato di concorrenza. Ovviamente, c’è anche la tutela dei lavoratori, in base alle leggi vigenti, e quella di coloro che conferiscono il latte e dei consumatori . Da questo ultimo punto di vista, si presenta una questione di potere di monopolio di Lactalis su una parte sostanziale del mercato europeo, che è sotto l’esame della Commissione europea, competente in questo caso, trattandosi di una quota dell’intero mercato comunitario. Non ho alcun elemento per sapere se questo potere di mercato esista oppure no. Probabilmente non c’è. Ma mi pare importante tenere presente che mentre la tutela dell’interesse nazionale viola i principi generali del mercato di concorrenza, la tutela dai poteri di monopolio e da quelli di controlli occulti delle imprese in violazione dei risparmiatori e degli azionisti ne fa parte a pieno titolo.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
31/03/2011 - siamo sempre in ritardo.... (andrea bognini)

......e l'Italia chissà perchè arriva sempre dopo gli altri!

 
31/03/2011 - morale della favola (francesco taddei)

tutto ciò ci fa capire due cose 1- esiste il dio mercato 2- questo dio premia i furbi a scapito dei deboli