BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Pelanda: ecco cosa fare per evitare una nuova recessione

Pubblicazione:

Foto: Ansa  Foto: Ansa

Il punto: la politica monetaria non riesce a tenere sottocontrollol’inflazione energetica e quella alimentare. Chi o cosa lo potrebbe? Una parte del rialzo dei prezzi petroliferi è dovuto a speculazione e al cambio del dollaro, moneta in cui viene fissato il prezzo del petrolio. Combattere i fenomeni speculativi aiuterebbe a calmierare i prezzi? Solo in parte. Il problema è che veramente la domanda tende a eccedere l’offerta a causa dello sviluppo in Asia. Sarebbe più efficace il valore di cambio del dollaro. Quando scende, infatti, i produttori tendono ad aumentare i prezzi con rialzi più che proporzionali.

 

Si potrebbe, inoltre, aumentare l’offerta di petrolio, ma su questo c’è un limite e poco accordo tra i produttori. La Bce, anticipando l’aumento dei tassi in relazione alla Riserva federale, tende a far alzare molto l’euro sul dollaro amplificando così, con effetto controproducente, l’aumento dei prezzi del petrolio. L’unica soluzione, quindi è quella di combinare: (a) un accordo sui cambi; (b) una pressione geopolitica sui produttori; (c) e, pur di peso minore, freni tecnici alla speculazione.


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >


COMMENTI
07/03/2011 - Derivati e inflazione (Diego Perna)

Sono sempre i più deboli a pagare le spese, c'è poco da fare. Sarà un'osservazione banale, ma non vedo come si possa risolvere la questione. Aumentando i tassi,la Bce avrà la conseguenza che chi paga mutui dovrà subire l'incremento di interessi, le imprese faranno più fatica di quanta già non ne facciano e così via.Ma la cosa che a me più stupisce, per non usare un termine meno elegante, è che vedo la maggior parte dei ns politici, sopratutto quelli che ci governano adesso, sempre allegri e sorridenti, del resto a loro inflazione e mutui gli fanno un baffo, basta aumentarsi le prebende e si ristabilisce l'equilibrio di sempre. Che tristezza!!!!Per non riusare altri termini. Buona Giornata