BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Pelanda: ecco cosa fare per evitare una nuova recessione

Pubblicazione:lunedì 7 marzo 2011

Foto: Ansa Foto: Ansa

Al riguardo dell’inflazione alimentare, il cibo nel mondo è scarso non solo per le anomalie nella produzione avvenute nel 2010, ma perché aumenta la domanda in Asia. L’unica soluzione è quella di incrementare l’offerta, cosa che in Europa significa togliere i limiti alle produzioni per farla diventare granaio globale.

 

In conclusione, il lettore deve sapere che l’inflazione energetica ed alimentare si può contrastare solo con azioni (geo)politiche - sono inutili o suicide le azioni di politica monetaria - e chiedere che i governi, e non le Banche centrali, diano soluzioni. Prima di tutte quella di ridurre le tasse sui carburanti per tenerne costante il prezzo ed evitare il contagio inflazionistico.

 

www.carlopelanda.com



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
07/03/2011 - Derivati e inflazione (Diego Perna)

Sono sempre i più deboli a pagare le spese, c'è poco da fare. Sarà un'osservazione banale, ma non vedo come si possa risolvere la questione. Aumentando i tassi,la Bce avrà la conseguenza che chi paga mutui dovrà subire l'incremento di interessi, le imprese faranno più fatica di quanta già non ne facciano e così via.Ma la cosa che a me più stupisce, per non usare un termine meno elegante, è che vedo la maggior parte dei ns politici, sopratutto quelli che ci governano adesso, sempre allegri e sorridenti, del resto a loro inflazione e mutui gli fanno un baffo, basta aumentarsi le prebende e si ristabilisce l'equilibrio di sempre. Che tristezza!!!!Per non riusare altri termini. Buona Giornata