BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FINANZA/ 2. Il "giallo" del piano di riforma scomparso svela le crepe del governo...

Pubblicazione:

Foto Imagoeconomica  Foto Imagoeconomica

Se tutto è pronto, perché il documento non è stato varato? Ci sono ragioni di forma e di sostanza. Le prime riguardano la normativa ancora in vigore: il Pnr dovrebbe essere vagliato dal Ciace (Comitato interministeriale per le attività della Comunità europea) presieduto da un ministro. Ma questi non c’è da quando Andrea Ronchi ha dato le dimissioni. Implicitamente, il Presidente del Consiglio ne ha l’interim. Non tutti i ministri coinvolti, però, sono convinti che il ministro dell’Economia e delle Finanze possa avere la primogenitura del Pnr sulla base di una delega che pare essere stata implicita piuttosto che esplicita (ossia tramite un Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri discusso, e approvato, dal Consiglio dei ministri).

Qui la forma e la sostanza diventano tutt’uno. Le previsioni econometriche fatte dal Mef non sono condivise dal resto della squadra, soprattutto dopo la strategia di rialzo dei tassi d’interesse iniziata il 7 aprile dalla Bce. Tale strategia solo nel 2011 comporterebbe un aumento del fabbisogno di ricorso al mercato di 20 miliardi di euro - una somma equivalente a un’intera manovra di finanza pubblica. Inoltre, non si terrebbe conto dello sforzo finanziario aggiuntivo derivante dallo tsunami migratorio. E c’è chi dubita che la contrattazione decentrata e le misure per l’efficienza delle pubbliche amministrazioni siano sufficienti a far crescere il Pil più dell’1% l’anno, considerato dal servizio studi della Bce come il “saggio potenziale” di sviluppo dell’Italia. In materia di politica industriale, poi, Mef e e Mise sarebbero ai ferri corti.

Nel Palazzo si fa strada anche l’ipotesi che il Pnr venga inviato a Bruxelles a fine mese unitamente al Psf: un pacchetto in carta argentata ben infiocchettato sarebbe più bello e verremmo scusati del ritardo.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.