BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Economia e Finanza

SENTENZA PARMALAT/ I giudici assolgono le banche straniere: Citigroup, Deutsche bank, Morgan Stanley, Bank of America e alcuni funzionari

La sentenza del Tribunale di Milano sul caso Parmalat. Assolte tutte le banche straniere coinvolte e anche i funzionari di cui si era chiesta la condanna

Immagine d'archivioImmagine d'archivio

E' stata formulata la sentenza sulla responsabilità delle banche straniere coinvolte nel caso Parmalat.

Si è pronunciata la seconda sezione penale del Tribunale di Milano. Si tratta di Citigroup, Deutsche bank, Morgan Stanley, Bank of America. La procura aveva chiesto la condanna a una sanzione pari a 900mila euro ciascuna e la confisca di bendi ritenuti illeciti: 14 milioni di euro a Deutsche Bank, 70 milioni di euro a Citigroup, 30 milioni e 705.000 euro a Bank of America e 5,9 milioni di euro a Morgan Stanley. La sentenza pronunciata poco fa assolve tutte le banche coinvolte. La procura chiedeva anche la condanna a un anno e quattro mesi per Paolo Basso e Carlo Pagliani, funzionari di Morgan Stanley. Stessa richiesta anche per due funzionari di Deutsche Tommaso Zibordi e Marco Pracca e per un funzionario di Citugroup, Paolo Botta. Tutti sono stati assolti. Il processo era in corso dal 2008, si tratta del seconde filone del caso Parmalat, inchiesta chiusa a Milano nel maggio del 2005. Nell'inchiesta sono coinvolti circa 40mila risparmiatori di cui circa 30mila rappresentati da Carlo Federico Grosso, che difende gli ex obbligazionisti Parmalat del gruppo bancario San Paolo Imi.

© Riproduzione Riservata.